Gli appendiabiti sono accessori utili ad appendere giacche e cappotti, ed ecco alcuni consigli utili su come scegliere un attaccapanni, funzionale ma anche in linea allo stile della nostra casa. Un appendiabiti può servire in diversi ambienti della casa, ad esempio possiamo acquistare un appendiabiti per appoggiare gli asciugamani o gli accappatoi in bagno, possiamo comprare un appendiabiti per arredare la camera da letto o ancora possiamo comprare un attaccapanni per arredare l'ufficio e accogliere i clienti. Quando acquistiamo un attaccapanni originale, oltre al gusto personale, bisognerebbe seguire alcuni suggerimenti come per esempio:

  • Valutare la stabilità e solidità dell'attaccapanni decidendo dove collocarlo e sapendo il numero di capi che in media dovrà reggere.
  • Considerare la grandezza della stanza in cui andrà installato ed in base a ciò scegliere il modello più adatto, come per esempio se abbiamo poco spazio possiamo optare per un modello multifunzionale che in un unico prodotto comprende specchio, appendiabiti e mensola.

Appendiabiti: guida all'acquisto, caratteristiche e modelli

Per scegliere l’appendiabiti più adatto alle nostre necessità basta conoscere i vari modelli presenti nel mercato. In commercio esistono in vendita online appendiabiti a colonna o anche chiamati appendiabiti da terra. Questa tipologia di appendiabiti fornisce una certa stabilità data dalla base di appoggio, ed inoltre possono essere spostati facilmente da una stanza all’altra. Se invece abbiamo una stanza poco spaziosa, sarà meglio comprare un appendiabiti da parete, che possiamo trovare sia in unica struttura, che in versione modulare da comporre a proprio piacimento sulla parete e solitamente sono realizzati in plastica, in legno o in metallo. Naturalmente anche la scelta del materiale è importante, sia per il prezzo che per l’uso che ne dovremo fare. Così, per esempio, se vogliamo acquistare un appendiabiti per il bagno, sarà meglio scegliere un modello in vendita in acciaio e non un appendiabiti in legno, quest’ultimo infatti tende ad assorbire l’umidità dell’acqua.